Tu sei qui

Il Progetto

M.O.M. (MOMS ON MISSION) - Family Friendly nasce nel 2015 dall’originale idea di un gruppo

internazionale di mamme, residenti a Bologna, con background molto diversi, ma accomunate dalla

voglia di andare incontro ai bisogni emersi da genitori e bambini, che soffrendo la mancanza di spazi

cittadini a loro dedicati, riscontravano una serie di problematicità nella quotidiana gestione della vita

familiare.

La finalità dell’associazione è di sensibilizzare società, cittadini e istituzioni, circa l’importanza

di concepire, disegnare e ri-definire gli spazi urbani a misura di famiglia, creando e mappando

una rete di luoghi family friendly, come bar, ristoranti, parchi e giardini, ma anche infrastrutture come

lo stadio e l’aeroporto. Dopo tre anni di ricerca sul campo, testando di persona una serie di luoghi,

si è pensato di rilasciare un bollino di qualità, a tutti quelli che rispettano una serie di criteri tali da

poter essere definiti “Mom approved”, ovvero family friendly. Attualmente sono più di 40 i luoghi

che fanno parte della rete, convinti dalla necessità di permettere alle famiglie di vivere la città con

maggiore serenità e diletto.

Vantiamo svariate collaborazioni con: enti nel campo turistico; Bologna Welcome per la creazione

della sezione dedicata alle famiglie all’interno del sito internet; l’Associazione Succede Solo a

Bologna per la creazione e la gestione dell’area kids al San Loccà Day e la creazione di un libretto

gioco cartaceo per la visita alla basilica di San Petronio; Villa Serena, l’Associazione Le Ortiche,

L’Altro Spazio, Ca’ la Ghironda, Blog Consigli da Mamma a Mamma, per la realizzazione di eventi

ludico-ricreativi e socio-educativi per bambini; Radio Città del Capo per la progettazione e la

conduzione di un programma radiofonico settimanale “Mamma mia” dedicato alla genitorialità,

attualmente in onda; e con un gruppo informale di associazioni la cura della rassegna “Per la

restituzione di spazi urbani ai bambini” in Piazza Aldrovandi. L’intervento, in qualità di mentor civico,

al Civic Hackathon “Premio Città Civile e Bella”- promosso da Centro Antartide in collaborazione

con il Gruppo Hera - e la recente selezione del progetto “Urban Family Cache”, presentato a fronte

della partecipazione all’avviso pubblico “BolognaMade 2017”, rappresentano le attività conclusive

dell’anno 2017.

Last but not least, lo sviluppo di una nuova proposta a misura di bambino dedicata all’economia circolare:

“Bologna Toy-Crossing”, a fronte della quale è stato avviato il percorso per attivare un patto di collaborazione

con il Comune di Bologna. 

 

Esegui il login con Facebook o Google: